Gli "Ospiti" della Sala Macchine


Home Page | Commenti | Articoli | Faq | Documenti | Ricerca | Archivio | Storie dalla Sala Macchine | Contribuire | Login/Register
Nota: i miei commenti (quando ci sono) sono in italico

L'incapace leggerezza dell'essere (ignobile)

Siamo a meta' aprile e mi sto dedicando al mio solito lavoro presso il solito CED quando ecco arrivare la solita chiamata di richiesta di soccorso da parte di uno dei soliti CL che operano nella periferia dell'impero e che come al solito mi viene dirottata. Come al solito la richiesta di aiuto del CL di turno e' molto circostanziata e colma di dettagli:

CL: "Abbiamo un problema..."
IO (solo pensando): "...Houston..."
CL: "..."
IO: "E allora?"
CL: "Ehm... Abbiamo un problema..."
IO: "Ah! Ho capito, devo indovinare quale, vero?"
CL: "Eh?..."
IO: "CHE PROBLEMA?"
CL: "Ah, ecco... non funziona."
IO: "E mi dite anche cosa non funziona, per cortesia?"
CL: "Ah, beh, si', ecco... e' che... dunque... il... come si chiama?"
IO: "Allora, andiamo con ordine: Su che macchina stai lavorando?"
CL: "$(nome_macchina_in_rete)"
IO: "Bene, e che cosa non funziona?"
CL: "Non mi da le risposte."
IO: "Peccato, non vincerete mai il milione in questo modo..."
CL: "Eh?..."
IO: "Le risposte a cosa? Quali risposte? Quarantadue?"
CL: "Non lo so quante sono, e' per le richieste di identificazione, non mi arrivano le risposte. Funziona tutto ma non arrivano."
IO: "Ma vi da qualche messaggio di errore?"
CL: "No, non riceviamo niente!"

Ok, bene, adesso per lo meno so di che si tratta, il programma che usano per inviare le richieste di identificazione di alcuni loschi figuri dopo averne carpito anche i dati biometrici. Funziona cosi': dalla sede remota prendono i dati, li inviano su un primo server che li pre-elabora e li rimbalza qua da noi per il grosso del lavoro. Al termine l'esito della operazione parte da qui e viene rimpallato al server che l'ha predigerite, il risultato viene impacchettato e rispedito al mittente con i dati richiesti.

Dico al CL di non toccare nulla che quando ho verificato lo richiamo poi io e inizio a spulciare i log e le varie directories del server. Sul server non vi sono risposte in attesa e secondo i log le risposte risultano tutte regolarmente ritirate dal CL, i dati relativi sono tutti inseriti regolarmente nella base dati centrale per cui sono stati veramente elaborati e spediti. Strano. Mi collego da remoto con un applicazioncina che a differenza di desktop remoto non toglie controllo e visuale al CL utile quindi anche per vedere che fa il CL (ebbene si', la pubblica amminEstrazione usa $Finestre), poi apro la applicazione utilizzata dal CL. Le loro richieste sono in effetti prive di risposta, tanto per provare clicco sul bottoncino che manda in esecuzione la procedura di ricezione... connessione...

BEEP! "ERROR! PRIMARY KEY XYWKZ2 NOT FOUND!"

E meno male che non avevano errori. La base dati locale sul PC che e' ovviamente e rigidamente in formato $(piccolosoffice) ArCesso, che tiene traccia delle transazioni e memorizza le risposte e' totalmente andata e quindi tutte le risposte ricevute non sono state inserite in base dati dopo essere state trasferite in locale dal server, infine complimenti a colui che ha scritto un programma che, anche se fallisce l'inserimento, dichiara tutto ricevuto e ok percio` il file trasferito viene cancellato sia in locale che sul server!

OK, c'e` da ricostruire la base dati, vediamo quante transazioni hanno in sospeso... COSAAAAAAAAAA?!?!?!?!

Non credo ai miei occhi, esco dall'applicativo, controllo anche nella directory del PC: 1896 transazioni a partire dal febbraio dell'anno precedente, di cui 764 in attesa di risposta? E la prima in attesa e' stata inviata il 15 dicembre!!! Ma sono matti? (da notare che hanno istruzione di cancellare le transazioni piu' vecchie di 3 settimane una volta ricevuta la risposta). Prendo il telefono...

IO: "Scusa, quando vi siete accorti che non ricevete piu' risposte?"
CL: "Beh... si', e' gia' da un pochettino..."
IO: "A me risulta da 4 mesi, dal 15 dicembre per la precisione!"
CL: "Eh, si', l'ho detto che era da un pochettino."
IO: "E quel messaggio di errore che ricevete tutte le volte?"
CL: "Quale messaggio? Noi non riceviamo niente!"
IO: (cliccando da remoto e causando l'errore) "QUESTO!"
CL: "Ah, quello! Non so, lo chiudiamo sempre tanto poi continua!"
IO: "Quindi ricapitolando, mi stai dicendo che il 15 dicembre il programma va in errore, voi ve ne fregate, non ricevete la risposta alla transazione che avete mandato, poi nei quattro mesi seguenti continuate a ignorare l'errore e non contenti di non avere risposte ci mandate altre 763, dico 763, transazioni e aspettate SOLO quattro mesi per farci sapere che qualcosa non funziona?"
CL: "Beh... ecco... non volevamo disturbare!"

A quel punto non ho avuto neanche piu` la forza di cazziarlo per le altre 1132 transazioni in memoria che non avevano cancellato, ma ho provato come un'istintiva simpatia per il povero Don Chisciotte.

Per fortuna dato che quella applicazione ci ha dato altre volte problemi sulla base dati locale ho scritto un programma che recupera automaticamente stati, storia, richieste e risposte e ricostruisce la base dati locale delle varie postazioni remote: in "sole" 5 ore di elaborazione le 764 risposte sono state recuperate e messe a disposizione del mulino a vent... ehm, del CL, che se non altro ha avuto il buon senso di non pretendere anche che fosse urgente.

Morgan Chane
05/04/2007 00:00

Precedente elenco Successivo

le storie degli ospiti sono in ordine sparso, quindi 'precedente' e 'successiva' possono portare su storie di altri autori

I commenti sono aggiunti quando e soprattutto se ho il tempo di guardarli (io o l'autore della storia) e dopo aver eliminato le cagate, spam, tentativi di phishing et similia. Quindi non trattenete il respiro.

In aggiunta: se il vostro commento non viene pubblicato non scrivetemi al riguardo, evidentemente non era degno di pubblicazione.

Nessun messaggio this document does not accept new posts

Precedente elenco Successivo


Il presente sito e' frutto del sudore della mia fronte (e delle mie dita), se siete interessati a ripubblicare uno degli articoli, documenti o qualunque altra cosa presente in questo sito per cortesia datemene comunicazione (o all'autore dell'articolo se non sono io), cosi' il giorno che faccio delle aggiunte potro' avvisarvi e magari mandarvi il testo aggiornato.


Questo sito era composto con VIM, ora e' composto con VIM ed il famosissimo CMS FdT.

Questo sito non e' ottimizzato per la visione con nessun browser particolare, ne' richiede l'uso di font particolari o risoluzioni speciali. Siete liberi di vederlo come vi pare e piace, o come disse qualcuno: "Finalmente uno dei POCHI siti che ancora funzionano con IE5 dentro Windows 3.1".

Web Interoperability Pleadge Support This Project
Powered By Gort