Gli "Ospiti" della Sala Macchine


Home Page | Commenti | Articoli | Faq | Documenti | Ricerca | Archivio | Storie dalla Sala Macchine | Contribuire | Login/Register
Nota: i miei commenti (quando ci sono) sono in italico

Quando La Corda Si Spezza

Nella nostra grande azienda, come spessissimo succede oggi, tutta la vita lavorativa e' regolata da rigide procedure di qualita' (che pero' devono anche essere elastiche in caso di richieste da parte dei capoccioni, ma lasciamo perdere che e' meglio). Ogni reparto ha un responsabile della qualità e n figure che dovrebbero riportare al responsabile i dettagli.

La figura di responsabile della qualita' e' da tempo immemore ricoperta da $Collega_molto_incinta, la quale pero' deve andare, giustamente, in maternita'. Ergo, si apre il ballottaggio per chi deve prendere il suo ruolo, naturalmente in aggiunta alle normali responsabilita'.

Uscito da un intero lunedi' mattina di conclave fra i supermanagers il mio capo mi chiama da parte:

UL: Ti sentiresti di sostituire $Collega_molto_incinta come responsabile EDP della qualità? Abbiamo pensato che tu sia la persona giusta.
IO: dipende. Di cosa si tratta?
UL: ehm, ti consiglio di fissare un appuntamento con $Collega_molto_incinta e farti spiegare, poi ci pensi e mi fai sapere. OVVIAMENTE L'ULTIMA PAROLA SPETTA A TE!
IO: ok (inutile dire che lui non sapeva di cosa stava parlando).

Quindi, scrupolosamente fisso un appuntamento con $Collega_molto_incinta (come? No, non in quel senso, maliziosi!) per il successivo mercoledi' mattina. Passiamo a martedi', durante la riunione di reparto in cui $The_Boss (l'EDP Manager) racconta le sue cose e le novita'.

The_Boss: ... e infine un applauso ad $IO che e' il nuovo responsabile della qualita'.
IO: ronf, ronf... EH? Cosa? Come? ... ma ....

Ah, il classico "volontario a caso" di militaresca memoria...

Non ho nemmeno il tempo di realizzare la cosa che la riunione viene sciolta. Ma questa volta non ho intenzione di abbozzare: cerco di incrociare $UL, ma quello diventa inafferrabile. Ok, a mali estremi.... Attendo il mercoledi' e la riunione con $Collega_molto_incinta che, con precisione ed efficienza, quanto è in gamba 'sta donna, mi spiega per filo e per segno cosa (e come) dovrei fare (tra l'altro: un delirio e che ti aspettavi? se era una cazzata qualcuno se lo sarebbe acchiappato subito no? ).

Subito dopo la riunione faccio la posta ad $UL e finalmente riesco a placcarlo.

IO: ciao, ho parlato con $Collega_molto_incinta.
UL (visibilmente imbarazzato): ...e?
IO: ho valutato la cosa ed ho visto che 1) Per farlo seriamente dovrei trascurare parte delle mie attuali responsabilità o lavorare fino alle 10 di sera, ma ti ricordo che non vivo per lavorare ma lavoro per vivere 2) Non sono assolutamente d'accordo con la logica di base perchè non posso fare da balia a chi decide di non seguire (specialmente perche' secondo me avrebbe ragione) le procedure 3) Non mi e' piaciuto il giochetto della riunione di comunicare la cosa PRIMA che abbia detto la mia. In pratica visto che l'ultima parola spetta a me, come hai tenuto a sottolineare, la mia ultima parola e' NO.

$UL impallidisce vistosamente ed incomincia a boffonchiare delle scuse, dicendo che pero' non devo prenderla cosi', che loro hanno stima altrimenti non avrebbero pensato a me....

Francamente non lo ascolto piu', stavolta sono davvero imbufalito, anzi rincaro la dose:

IO: ascolta, la mia decisione è definitiva io non accetto la proposta. Punto. Pero' se voi dite che in ogni caso devo assumere il ruolo, e ne avreste il diritto, io ho il dovere di farlo. In questo caso mi fate il piacere pero' di non prendere decisioni alle mie spalle: mi convocate in riunione, parlate chiaro e non cercate di farlo passare come una mia scelta. Assumetevi le vostre responsabilita' ed io mi assumo le mie.
UL: e adesso come lo dico a $The_Boss?
IO: in italiano? Comunque se vuoi, con te presente perche' non voglio certo scavalcarti, glielo dico io.

Alla fine $UL non ha voluto che io parlassi con $The_Boss, ci ha parlato lui. Ho saputo per vie traverse che il pacco e' stato rifilato ad un'altra collega: nessuno ha comunicato nulla. Mi aspettavo che qualcuno mi chiedesse ulteriori spiegazioni, ma nessuno si e' fatto vivo. Credo che se mi verra' detto qualcosa, non sara' certo fatto vis-a-vis (ho la sensazione che nessuno qui dentro abbia le OO per farlo), ma con una lettera o qualcosa del genere. Probabilmente mi sono giocato reputazione, obbiettivi, carriera (ndr: non me ne po'frega' de meno), ma non ho piu' intenzione di accettare tali prepotenze.

Credo che sia arrivato il momento di aggiornare il curriculum.....

...eccone un'altro...

Daniele Levi
10/06/2005 00:00

Precedente elenco Successivo

le storie degli ospiti sono in ordine sparso, quindi 'precedente' e 'successiva' possono portare su storie di altri autori

I commenti sono aggiunti quando e soprattutto se ho il tempo di guardarli (io o l'autore della storia) e dopo aver eliminato le cagate, spam, tentativi di phishing et similia. Quindi non trattenete il respiro.

In aggiunta: se il vostro commento non viene pubblicato non scrivetemi al riguardo, evidentemente non era degno di pubblicazione.

Nessun messaggio this document does not accept new posts

Precedente elenco Successivo


Il presente sito e' frutto del sudore della mia fronte (e delle mie dita), se siete interessati a ripubblicare uno degli articoli, documenti o qualunque altra cosa presente in questo sito per cortesia datemene comunicazione (o all'autore dell'articolo se non sono io), cosi' il giorno che faccio delle aggiunte potro' avvisarvi e magari mandarvi il testo aggiornato.


Questo sito era composto con VIM, ora e' composto con VIM ed il famosissimo CMS FdT.

Questo sito non e' ottimizzato per la visione con nessun browser particolare, ne' richiede l'uso di font particolari o risoluzioni speciali. Siete liberi di vederlo come vi pare e piace, o come disse qualcuno: "Finalmente uno dei POCHI siti che ancora funzionano con IE5 dentro Windows 3.1".

Web Interoperability Pleadge Support This Project
Powered By Gort