Gli "Ospiti" della Sala Macchine


Home Page | Commenti | Articoli | Faq | Documenti | Ricerca | Archivio | Storie dalla Sala Macchine | Contribuire | Login/Register
Nota: i miei commenti (quando ci sono) sono in italico

Le Cose Non Funzionano

Tempo fa sono stato per un periodo abbastabza lungo distaccato presso la sede di un client per mettere in piedi tutta la nuova rete, tutta a GB/s utilizzando il nuovo cablaggio e gli apparati attivi di $noto_produttore poco conosciuto ai piu' ma di ottimo livello e tra i migliori nel settore.

Giornata tranquilla, io ed il responsabile interno stiamo montando due di questi switch layer3 in un rack in stabilimento raggiunto in fibra dal resto del cablaggio quando ci accorgiamo che ci sono nelle vicinanze i programmatori dei magazzini automatici che stanno approntando tutto per lo startup degli enormi magazzini appena montati dal cliente.

Ora, non per fare polemica, ma questi soggetti erano intenti a:

Io non sono un programmatore, e nemmeno vorrei esserlo, ma pero' penso che a un mese dallo startup avrebbero potuto darsi un po' piu' da fare o starsene a casa.

Andiamo quindi ad avvisarli che sara' necessario scollegare la rete per una decina di minuti, il tempo necessario a scollegare i cavi dai vecchi switch, collegare la fibra ottica e ricollegare i cavi in rame ai nuovi switch dopo averli messi in stack. A questo punto tutti si svegliano ... marea di lamentele e improperi ci sommergono, del tipo : -"Noi siamo qui per lavorare" e "non č possibile lavorare cosi' " (LP5) (vedi sopra) -"Avreste dovuto avvisarci. ma che c***o!!!" LP2

Quindi quando si sono calmati ripeto loro che si trattera' solo di una decina di minuti, che siamo a 10 metri da loro, che ricollegherņ per i primi i loro cavi di rete in modo che possano ripartire immediatamente. Mi accorgo quindi che stanno utilizzando un mini hub di $nota_fetecchia per collegare tutti i loro notebook e gli dico che comunque tra di loro potranno continuare a lavorare senza problemi visto che sono tutti collegati allo stesso apparato attivo.

Mi accordo quindi che guardassero dalla nostra parte e, o ad un nostro cenno, o dopo essere venuti a controllare, avrebbero potuto ricominciare a lavorare, dal momento che avrei collegato per primi i loro cavi di rete.

Passa il tempo, io gli faccio un cenno, loro annuiscono, ed io da quel punto in poi mi disinteresso della cosa.

Dopo circa quaranta minuti arriva vicino al rack LP5 (luser_programmer_5) inca***ta come una biscia e comincia ad insultarci perche' "le cose non funzionano" (parole testuali), inoltre continua con una serie impressionante di improperi al mondo intero (noi compresi).

Ci mettiamo quindi a controllare che tutto funzioni, che tutto sia collegato correttamente e che la configurazione degli switch sia corretta, ed una volta verificato questo andiamo dai LP per riferire la notizia. Appena arrivati veniamo assaliti da una mandria di bufali scatenati : - "siete degli incompetenti .... noi siamo qui per lavorare !!!"(LP5) - "non e' possibile lavorare in questo modo ... ma dove siamo ..."(LP2) ... ecc ecc

Ora io sono bravo e buono, ma essere trattato in questo modo quando anche io (o solo io) sto lavorando mi sta un poģ sugli attributi. Quindi mi metto di mala voglia a controllare per quale motivo non "funzionano le cose" anche se molto di mala voglia, cercando di convincere il responsabile interno a non cacciarli fuori a pedate dalla ditta.

Eeeeee ..... magia ! scopro il motivo per cui non vanno piu' le cose .... quel genio incompreso di LP5 (si proprio lei) con le sue movenze feline (da ippopotamo ubriaco) aveva dato un piccolo calcio all'alimentatore del minihub $fetecchia che ovviamente era spento ... quidi in mezo agli insulti che continuavano ad arrivarmi, ho spostato di peso la sedie (per fortuna aveva le ruote) di LP5 con lei sopra, ho rimesso a posto l'alimentatore .... e indovinate un po' .... le "cose" hanno ripreso a funzionare, LP tutti zitti, il responsabile interno gli e' scoppiato a ridere in faccia ed io me ne sono tornato al mio rack a lavorare.

Ho poi saputo che nessuno di quegli LP era mai piu' tornato dal cliente, e che ad alcuni (quelli che erano stati un po' piu' pesanti con le offese o le insinuazioni) e' stato fatto un grandissimo cazziatone dal loro supermegaboss.

Confesso che e' stata una soddisfazione ....

Riccardo Riva
14/06/2009 07:13

Precedente elenco Successivo

le storie degli ospiti sono in ordine sparso, quindi 'precedente' e 'successiva' possono portare su storie di altri autori

I commenti sono aggiunti quando e soprattutto se ho il tempo di guardarli (io o l'autore della storia) e dopo aver eliminato le cagate, spam, tentativi di phishing et similia. Quindi non trattenete il respiro.

In aggiunta: se il vostro commento non viene pubblicato non scrivetemi al riguardo, evidentemente non era degno di pubblicazione.

3 messaggi this document does not accept new posts
PaoloPaolo Di Paolo - postato il 03/06/2008 12:44
In dieci anni di lavoro presso varie ditte mi e' capitato pochissime volte di
assistere ad una discussione alterata, una sola volta si e' arrivati all'insulto
diretto. Mi sorprende che la gente insultata in questo ed altri racconti non
abbia proceduto per vie legali.

Filippo Boschetti-AT- Paolo Di Filippo Boschetti - postato il 13/06/2009 23:28

> In dieci anni di lavoro presso varie ditte mi e' capitato pochissime volte di
> assistere ad una discussione alterata, una sola volta si e' arrivati all'insulto
> diretto. Mi sorprende che la gente insultata in questo ed altri racconti non
> abbia proceduto per vie legali.

Beh, a me è capitato di essere apostrofato come "coglione" dal titolare di una ditta che pretendeva gli riparassi un pc (purtroppo non potevo farlo: il pc era seguito da un'altra ditta e il summenzionato titolare - che evidentemente non doveva aver letto bene l'etichetta sulla macchina - per errore aveva chiamato me.)
Ho girato i tacchi, sono andato in amministrazione (da sua moglie) e ho fatto presente che l'indomani sarebbe arrivata $fattura con $cifra pari a 10*$tariffa_ordinaria, dal momento che almeno 7 persone avevano assistito all'ignobile sfuriata del mentecatto e che la querela era pronta a scattare, veloce come una supposta.
Anni dopo, ho incontrato un ex dipendente che mi raccontò essersi preso un pugno in faccia dal summenzionato pirlone (e centosessantamila euro di risarcimento, oltre alla condanna per lesioni).
Lo ammetto, ho goduto.

--
http://www.danzainsieme.it


Sottilette-AT- Filippo Boschetti Di Sottilette - postato il 15/06/2009 12:41

ciao Riccardo,
è per caso possibile avere un'indicazione sul
buon produttore?
saluti e grazie

--
bye bye my Honda CBR bike.... looking for some Bayern Horses?


Precedente elenco Successivo


Il presente sito e' frutto del sudore della mia fronte (e delle mie dita), se siete interessati a ripubblicare uno degli articoli, documenti o qualunque altra cosa presente in questo sito per cortesia datemene comunicazione (o all'autore dell'articolo se non sono io), cosi' il giorno che faccio delle aggiunte potro' avvisarvi e magari mandarvi il testo aggiornato.


Questo sito era composto con VIM, ora e' composto con VIM ed il famosissimo CMS FdT.

Questo sito non e' ottimizzato per la visione con nessun browser particolare, ne' richiede l'uso di font particolari o risoluzioni speciali. Siete liberi di vederlo come vi pare e piace, o come disse qualcuno: "Finalmente uno dei POCHI siti che ancora funzionano con IE5 dentro Windows 3.1".

Web Interoperability Pleadge Support This Project
Powered By Gort