Gli "Ospiti" della Sala Macchine


Home Page | Commenti | Articoli | Faq | Documenti | Ricerca | Archivio | Storie dalla Sala Macchine | Contribuire | Login/Register
Nota: i miei commenti (quando ci sono) sono in italico

Le mie entita'

Anni fa (1991), mentre frequentavo l'universitą, lavoravo come programmatore per una societą che si occupava di data entry e lettura ottica. Lavoravo per pagarmi gli studi e non era nemmeno tanto male perchč gli uffici della societą si trovavano a 200 metri dal politecnico e poi c'era un altro fattore importante : Ing. Meccaninca = 4 ragazze su 500 iscritti / societą di "informatica" = 9 ragazze su 9 dipendenti

La mia occupazione principale era lo sviluppo e la relativa manutenzione del software per i "lettori ottici". Per "lettore ottico" si intende un sarchiapone di metallo appoggiato su una scrivania, nel quale transitano assegni, bollettini postali, ticket restaurant ecc che vengono letti da una testina OCR e poi incasellati in apposite "tasche" in fondo al percorso. Comunica via seriale con un PC.

Vedere una operatrice lavorare su una di queste macchine č uno spettacolo degno del film "tempi moderni" di Chaplin, si tratta di un lavoro estremamente alienante che, come ho potuto presto intuire, č in grado di bruciarti il cervello qualora tu ne abbia uno.

Questo spiega grossomodo con che razza di CL avevo a che fare, non sono mai riuscito a capire se il loro danno cerebrale fosse antecedente all'impiego o se ne fosse una tragica conseguenza.

Una delle CL (CL1) si vantava del fatto che la madre fosse una celebre medium (!!!) che faceva persino programmi in televisione, sosteneva che VERAMENTE la madre avesse poteri paranormali. Ok, forse questa il cervello non lo aveva nemmeno prima di iniziare a lavorare sui lettori ottici, lo ammetto.

Ammetto di non provare una grande simpatia per chi, a mio giudizio, cerca di prendersi gioco degli ignoranti (e probabilmente bisognosi di aiuto) traendone profitto, [...e Microsoft allora???] per cui mi misi di impegno la sera, con una videocassetta nuova di pacca nel videorigistratore mi sorbii televendite di tappeti, pentolame, creme scioglipancia ecc sui peggiori canali televisivi locali fintanto che non apparve sul cinescopio la "Medium Renata".

Accanto alla medium, che indossava un grazioso paio di guanti di pizzo bianchi - modello Cicciolina -, c'era CL1 che rispodneva al telefono (!!!) La videocassetta stava registrando tutto (lo so, sono proprio un bastardo qualche volta :-) ) "Ciao, sono Mario da Cinisello, vorrei sapere a proposito della salute" La medium : "'spetta che ce lo chieto alle mie entita'...." inclina la testa e va in trance, io a quel punto sono gia' sdraiato sul pavimento con i crampi allo stomaco dal ridere.

Be', se ci pensi bene non e' peggio di chi legge l'oroscopo tutti i giorni e ci crede sul serio.

L'indomani racconto la scena vista e passo la videocassetta a CL2 (che avendo ancora un cervello e volendolo conservare, non si occupa dei lettori ottici), poi innesco la discussione sulla medium Renata.

CL1 racconta : "Una volta il prete č venuto a casa per dare la benedizione natalizia... poi pero' ha visto simboli magici e cose simili ed allora si č rifiutato. Mia mamma ce lo ha detto -ma guardi che io non faccio magia nera, io lavoro con Dio...-"

Intervengo io "Eggia', nel senso che sono colleghi..." (l'ho gia' detto che qualche volta sono proprio bastardo?)

Finita la pausa caffe' si torna al lavoro, mentre CL da 2 a 9 ancora ridono per le scene che ho visto in televisione e che ho appena raccontato.

Io stavo sistemando una procedura nuova, quindi lavoravo sul "lettore B", mentre sulla macchina gemella, posta di fronte a me stava lavorando CL1. rrrrrr (motore) ... swin(parte il tagliando)..trgnč(stamopante ad aghi lo marca)...tlak(viene incasellato)...swin...trgnč...tlak... ecc... poi : swin...trgnč...tlak...rrrrrrrrrrrrr.

Oddio si č fermata.

Questo significa che sta cercando di coinvolgere il suo neurone nella costruzione di una frase interrogativa da pormi. La guardo, lei stringe gli occhi come se si stesse sforzando, mi guarda e finalmente : "'scolta..." io : "'scolto" e poi segue una domanda idiota a cui ho gią risposto almeno 10 volte.

La guardo fisso, l'ufficio piomba nel completo silenzio, poi finalmente le rispondo : "Spetta che ce lo chieto alle mie entitą..." e faccio crollare la testa di lato come se stessi andando in trance. (mi sembra di averlo gią detto che... ah si, l'ho detto).

Ancora adesso, a distanza di anni, quando qualche CL mi fa domande idiote, rispondo in questo modo.

Francesco
17/06/2004 00:00

Precedente elenco Successivo

le storie degli ospiti sono in ordine sparso, quindi 'precedente' e 'successiva' possono portare su storie di altri autori

I commenti sono aggiunti quando e soprattutto se ho il tempo di guardarli (io o l'autore della storia) e dopo aver eliminato le cagate, spam, tentativi di phishing et similia. Quindi non trattenete il respiro.

In aggiunta: se il vostro commento non viene pubblicato non scrivetemi al riguardo, evidentemente non era degno di pubblicazione.

Nessun messaggio this document does not accept new posts

Precedente elenco Successivo


Il presente sito e' frutto del sudore della mia fronte (e delle mie dita), se siete interessati a ripubblicare uno degli articoli, documenti o qualunque altra cosa presente in questo sito per cortesia datemene comunicazione (o all'autore dell'articolo se non sono io), cosi' il giorno che faccio delle aggiunte potro' avvisarvi e magari mandarvi il testo aggiornato.


Questo sito era composto con VIM, ora e' composto con VIM ed il famosissimo CMS FdT.

Questo sito non e' ottimizzato per la visione con nessun browser particolare, ne' richiede l'uso di font particolari o risoluzioni speciali. Siete liberi di vederlo come vi pare e piace, o come disse qualcuno: "Finalmente uno dei POCHI siti che ancora funzionano con IE5 dentro Windows 3.1".

Web Interoperability Pleadge Support This Project
Powered By Gort