Storie dalla Sala Macchine


Home Page | Commenti | Articoli | Faq | Documenti | Ricerca | Archivio | Storie dalla Sala Macchine | Contribuire | Login/Register

E' cosi' difficile?

Questa non e' propriamente una storia, e' piu' un rantolio, una collezione di lamentele. Prendetela come vi pare.

Dobbiamo parlare di telefoni.

Sapete? Quei cosi noiosi che stanno sempre a suonare come il figlio del vicino di sotto che pensa di essere un grande batterista/trombonista/chitarrista/salcazzista. Ed ogni volta e' una gran rottura (entrambi: il telefono ed il figlio dei vicini).

Nel 1875 uno scozzese ed un italiano scoprirono un modo per trasmettere suoni lungo una linea telegrafica, purtroppo l'italiano decise di fermarsi ad un caffe' sulla via verso l'ufficio brevetti ed il risultato e' che lo scozzese arrivo' primo. Il resto, come dicono spesso, e' storia.

Prima dell'invenzione del telefono la gente usava il telegrafo, che e' una rottura di balle da usare. Devi andare in un apposito ufficio, dettare il tuo messaggio ad un tizio e poi... PAGARE! E piu' il messaggio e' lungo e piu' paghi. Il risultato e' che la gente cercava di essere il piu' concisa possibile e ricorreva al telegrafo solo se era necessario. Con il telefono invece, la gente scopri' che poteva parlare per delle ore senza dire una sega. Il risultato, come dice gerta gente, e' STORIA!

Oggi abbiamo l'effetto opposto.

Leggo le "recensioni" per l'ultimo modello di imbecillofono: display straordinario, 10/10, HD+++++, risoluzione da paura, colori fantastici, audio: superbo: 11/10! Un suono cosi' puro che sembra di essere al teatro! Connettivita': TLE, G3, G4, G5, TOMBOLA! WiFi, BlueTooth! Ok, quindi va benissimo per guardarsi i pornazzi "on the road", 92791 Terabyte di memoria, tutte le "app" che volete ed anche di piu', l'estetica, salcazzo... Hummm... Quel coso e' un "telefono" giusto? Qualcuno ha pensato di controllare se puo' essere usato per... non so.. FARE DELLE TELEFONATE? E magari RICEVERLE PURE?

Ma se guardiamo bene, pare che nessuno usi piu' il telefono e quando sono "obbligati" ad usarlo, e' una crisi.

Oggi tutti cercano "la via internet", la pagina di "contatto" per lasciare un messaggio, e poi lasciano delle schifezze illeggibili che non hanno ne' capo ne' coda e vengono scartate automaticamente. Finche' non si arrendono o cercano di avere un "contatto diretto" ed allora cercano di parlare con un essere umano. Sorry, non ci sono piu' esseri umani, se sai parlare a 17000 baud posso attaccarti direttamente al server.

Ricordo, tanto tempo fa, quando venni "istruito" nell'uso dello straordinario congegno. I miei possedevano ed operavano un ristorante, quindi capitava che l'unico "agibile" a rispondere fossi io, percui mi venne fatto un corso rapido:

Per prima cosa (disse il mio babbo), quando RISPONDI, dici CHI E' CHE RISPONDE, poi chiedi chi e' e che gli serve. Te lo SCRIVI! E' per questo che c'e' il blocco attaccato alla cordicella con la penna. E poi ti fai lasciare il numero che se serve lo richiamiamo. Se sei tu che chiami, quando rispondono gli dici CHI SEI E CHE COSA VUOI! Cerca di essere preciso e conciso, parla senza mangiarti le parole e quando lasci il numero digli una cifra alla volta e ripeti se necessario! Okkey?

Dall'alba dei tempi ho usato tale metodo, e mi ha sempre servito ottimamente, io non so come funzionano le cose oggigiorno ma mi pare che la "tecnica" sia andata perduta insieme alla capacita' di scrivere piu' di due parole di senso compiuto in fila.

Oggi ci sono diverse "figure" che si incontrano nel campo telefonico.

C'e' "quello che ha fretta". Che di solito e' maschio, di eta' compresa tra i 25 ed i 35 (ipotizzo, e' un po' difficile capirlo). Che e' quello che quando rispondi comincia con

"Si', sono io, XYZ non funziona, mettetelo apposto."

E poi riaggancia. E tu non hai la piu' pallida idea di quale dei millemila "io" fosse, che cazzo e' XYZ e che cazzo vuole dire "non funziona", il risultato e' che ignori la chiamata e dopo un quarto d'ora ti becchi un'altra telefonata dallo stesso signor Io che vuole sapere perche' non avete fatto un cazzo.

Quello che faccio di solito e' domandargli "con chi ha parlato prima?". E con quello lo blocco meglio che se lo avessi ricoperto di cemento a presa rapida.

Poi viene il tipo confuso. Questo puo' essere sia maschio che femmina, l'eta e' variabile, dai 30 ai 50 credo, che comincia con

"Ahhh... E' $nomedellasocitaperlaqualepurtroppolavoro?"
"Si, sono X, che posso fare per lei?"
"Uhhhhh... Abbiamo un problema"
"Cio' non e' bello. Puo' dirmi il suo nome e la sua ditta?"
"Ehhh.... Sono X... Ahhh... Credo che ci siano qualche cosa che non va con la rete..."
"Buon giorno signor X, mi dice per che ditta lavora?"
"Maaaa.... Perche' la rete era lenta e poi...."

E va avanti cosi' per un buon 25 minuti prima di arrivare a dirti il nome della sua cazzo di azienda. E poi di solito si scopre che hanno spostato la loro roba da qualche altra parte due mesi prima o che hanno due diversi Hosting e quella roba e' dall'altro hosting!

E poi c'e' LEI. Che qualche volta e' un Lui, ma nel 90% dei casi e' una donna, eta' credo compresa tra i 45 ed i 60, quindi non piu' tanto giovane ma non ancora cosi' avanti come senilita' (spero, dato che ci sono in mezzo pure io). Questa qui che, incurante di quello che gli dici, ogni volta che rispondi cerca di "indovinare" chi e' che parla. Perche' anche se glielo hai gia' detto non conta.

IO - Buongiorno CanistracciHosting, sono D, che posso fare per lei?
Lei - Hemmm... Andrea?
IO - ...No sono D.
Lei - .... Marco?
IO - ...NO sono D.
Lei - ... Marta?

...aho', vabbe' che ci ho mal di gola, ma "MARTA"???

In alcuni casi dopo aver provato una dozzina di nomi finisce per scoprire che ha chiamato la ditta sbagliata.

Poi ci sono quelli sicuri. Questi sono sempre uomini, di eta' compresa tra i 35 ed i 45 credo. Quelli che sembra stiano sempre masticando qualche cosa mentre parlano. Quelli che ti mitragliano giu' un numero di serie di 28 cifre in un quarto di secondo, che ti viene da domandargli quante volte ci hanno provato per riuscirci senza tirare il fiato a meta'.

Lui - Sono Ruzgublfrufrumolamolaciabbiamounproblema con il proxy tuflafalamanazaccaracca', se potete riavviarlo.
IO - Scusi non era chiaro, quale proxy e di quale azienda?
Lui - (sbuffando) tuflafaloppaloppaturala'.
IO - E di quale azienda?
Lui - (sempre sbuffando) Grubbagrubbamossaloffa
IO - Hummm... Non riesco a trovarla con questo nome, per caso ha il numero di cliente?
Lui - Orka ma quanto siete lenti he? Lo sapete che io pago per questo si?
IO - Si, lo so che lei paga, ma se io riavvio la macchina o il servizio sbagliato credo sia peggio no?
Lui - Il numero di cliente e' toratorazullaototomullicallanovecentodicitredicimlaquattordipullapullu'

...Bravo, complimenti... Lo sai che a questo gioco ci posso giocare pure io si?

IO - Ah, okkey vedo, Mohana Scopabene Produzioni Porno... pero' non vedo nessun proxy nella vostra configurazione...
Lui - MA NO CHE CAZZO DICI? Ti sembro Mohana?
IO - Oh, ha avuto un cambio di sesso? Vabbe' io mica mi scandalizzo eh...
Lui - VOGLIO PARLARE CON UN RESPONSABILE!
IO - Purtroppo si e' rotto un piede ed oggi lavora da casa!
Lui - VOGLIO IL NUMERO DI TELEFONO!
IO - Ok, toratorazullaototomullicallanovecentodicitredicimlaquattordipullapullu. Buongiorno (e riattacco).

Adesso, seriamente.

TUTTI, prima o poi, ci ritroviamo nella condizione di dover contattare un "supporto tecnico" per qualche motivo. E dovremmo pensare che il tizio che risponde al telefono non e' che si diverte (ok, non dovrebbe divertirsi). E che e' nostro interesse metterlo nella condizione di fare il suo lavoro e risolvere i nostri problemi nel piu' breve tempo possibile.

Percui...

  1. PRIMA di prendere in mano il telefono prendiamo carta e penna (vi ricordate come si tiene in mano una penna si?) e scriviamoci giu' i dati relativi al nostro problema. Una descrizione succinta ma precisa. I termini "non funziona" o  "la cosa che cosa non cosa" non dovrebbero comparire in questa descrizione.
  2. Se abbiamo un "numero cliente" o "numero di contratto", aspettiamoci che ci venga chiesto e teniamolo a portata di mano.
  3. Assicuriamoci di avere il numero GIUSTO, inutile contattare l'ufficio del gas per un problema di elettricita'.
  4. Enunciare chiaramente, parlando ad alta voce e scandendo bene le parole, il proprio NOME ed il motivo per cui si chiama. Soprattutto se si ha un nome non proprio comune (e gli olandesi non capiscono i nomi olandesi quindi figuratevi voi con nomi non olandesi) prepararsi a fare lo spelling.
  5. Dare il proprio numero di telefono enunciando ogni singola cifra e ripetere il tutto DUE VOLTE.
  6. Se e' possibile, chiedere di ricevere una mail di conferma che hanno capito il problema e lo hanno associato alla persona giusta.

Tutto questo e' ancora piu' importante se dall'altra parte non c'e' una persona ma un computer che registra un messaggio.

Non mi sembra troppo difficile no?

Davide
16/04/2018 11:46

Precedente Successivo

I commenti sono aggiunti quando e soprattutto se ho il tempo di guardarli e dopo aver eliminato le cagate, spam, tentativi di phishing et similia. Quindi non trattenete il respiro.

12 messaggi posta messaggio
Il codardo senza nome Di Il codardo senza nome - postato il 16/04/2018 12:40 - rispondi

Al canistracciHosting ho riso forte: io ho una moglie strega quindi penso che comprerò un pacco alto così delle vostre azioni tanto ci pensa lei a farle salire di prezzo :D ... PS. Telefono, email o whatsapp o quelchellè, la sostanza non cambia, se dall'altra parte c'è una testa di quiz non ne vieni fuori...

--
Il codardo senza nome


Zrungmfblk Di Zrungmfblk - postato il 16/04/2018 13:34 - rispondi

Ciao, sono quello lì di quella ditta là e ti devo dire che il coso non cosa quando io clicco sul coso dei cosi per cosare la cosa. Richiamami al numero umpazumpalikkolakkosciesciantotto.

:D

Però sei pignolo, eh. Quando ti dicono "non va" o "non funziona" dovresti già aver risolto il problema alla terza sillaba, ekkekkazzo!

:D e ancora :D

--
Zrungmfblk


Anonymous coward Di Anonymous coward - postato il 16/04/2018 13:46 - rispondi

Poi ci sono anche i "supporto tecnico" che dopo che uno si è smazzato un'ora per individuare con precisione il problema, tradurlo in parole, rileggerlo, sintentizzarlo, renderlo il più possibile comprensibile, rileggerlo di nuovo... rispondono in venti secondi dimostrando di non averlo sostanzialmente letto né tantomeno capito quel messaggio, anche se era scritto e non parlato. È un problema profondo, si insinua tra la stupidità, la maleducazione e la fretta vera, presunta o autodisorganizzata. Ciao.

--
Anonymous coward


Thomas Di Thomas - postato il 16/04/2018 15:12 - rispondi

<i>vi ricordate come si tiene in mano una penna si?</i>

Io avevo iniziato ad avere problemi di questo tipo.



Da anni ormai l'unica cosa che "devo" scrivere a penna è la mia firma, per tutto il resto di norma posso usare ed uso una tastiera (fisica o virtuale). Ad un certo punto però mi ero reso conto che, dovendo scrivere qualsiasi cosa che non fosse la firma, presa in mano la penna mi bloccavo per una frazione di secondo, come se il mio inconscio pensasse "aspe', com'è già che funziona 'sta roba?".



Onde evitare di ritrovarmi tra vent'anni completamente incapace di scrivere, ho preso l'abitudine di buttare giù qualche riga ogni settimana. Anche cazzatine tipo la lista della spesa, purché sia fatto con carta e penna.



Sono l'unico a cui è successo?

--
Thomas


Davide Bianchi@ Thomas Di Davide Bianchi - postato il 16/04/2018 16:12 - rispondi

Sono l'unico a cui è successo?

Io mi sono fatto punto di scrivere almeno una pagina al giorno. Anche scrivere cazzate ma scrivere. Aiuta molto che sono sempre stato un fanatico di penne, matite, biro etc....

 

--
Davide Bianchi


Anonymous coward@ Thomas Di Anonymous coward - postato il 17/04/2018 16:49 - rispondi

 

vi ricordate come si tiene in mano una penna si?

Io avevo iniziato ad avere problemi di questo tipo.



......



Sono l'unico a cui è successo?

Io secondo i mei insegnanti fino alle medie ero destinato a fare medico o farmacista a causa della mia grafia orribile, salvato dal PC.



Comunque si h iniziato ad avere problemi del genere e dedico una o due ore la settimana alle parole crociate, così tengo vivi anche i due neuroni rimastimi.

 

--
Anonymous coward


magaolimpia Di magaolimpia - postato il 17/04/2018 06:57 - rispondi

Capisco benissimo. Lavoro al Customer Service in una ditta che fornisce software sanitario a ospedali, laboratori analisi e simili. Alcune chiamate che riceviamo sono surreali. Per non parlare di quei messaggi lasciati in segreteria tipo: "Chiamo da Ortopedia, è urgentissimo, richiamatemi al 456" 

--
magaolimpia


JaM Di JaM - postato il 17/04/2018 09:29 - rispondi

@Thomas: io ho reiniziato da un paio di anni ad usare le stilografiche (abbandonate dalle elementari): ai meeting e nelle cose da fare quotidiane prendo appunti solo su blocco con la stilo.

Sono catartiche, tra vari modelli, inchiostri colorati, pennini di diverse misure, e ti obbligano a scrivere bene per non ritrovarti con le mani zuppe di inchiostro... e oramai è pure iniziata una collezione :D

--
JaM


emi_ska Di emi_ska - postato il 17/04/2018 10:40 - rispondi

quando ho visto il telefono speravo fosse un'altra storia sulle scimmie...

ps. sto provando il famoso cms fdt!

--
emi_ska


Guido Di Guido - postato il 19/04/2018 08:57 - rispondi

L'unico appunto e' che (ok, non in ambito lavorativo) la messaggistica e' comoda perche' io ti scrivo quello che ti devo dire, tu quando puoi leggi e rispondi...

PS comunque anche a me a suo tempo hanno insegnato la stessa cosa che hanno insegnato a te - ma forse oggi non lo insegnano piu' e quelli che ti han chiamato erano tutti GGiovani...

--
who uses Debian learns Debian but who uses Slackware learns Linux


Anonymous coward Di Anonymous coward - postato il 23/04/2018 10:47 - rispondi

ma parliamo anche di una altra categoria: quelli che forniscono un servizio, tu li chiami e quando alzano la cornetta mormorano un 'onto?' tagliato dal tempo di setup della linea senza dire uno straccio di informazione su chi sono che devi indovinare se hai chiamato la persona/ditta giusta.

--
Anonymous coward


Anonymous coward Di Anonymous coward - postato il 24/04/2018 22:59 - rispondi

Ma la CanestracciHosting è una controllata della holding CanestracciOil?😂

--
Anonymous coward


12 messaggi posta messaggio

Precedente Successivo


Il presente sito e' frutto del sudore della mia fronte (e delle mie dita), se siete interessati a ripubblicare uno degli articoli, documenti o qualunque altra cosa presente in questo sito per cortesia datemene comunicazione (o all'autore dell'articolo se non sono io), cosi' il giorno che faccio delle aggiunte potro' avvisarvi e magari mandarvi il testo aggiornato.


Questo sito era composto con VIM, ora e' composto con VIM ed il famosissimo CMS FdT.

Questo sito non e' ottimizzato per la visione con nessun browser particolare, ne' richiede l'uso di font particolari o risoluzioni speciali. Siete liberi di vederlo come vi pare e piace, o come disse qualcuno: "Finalmente uno dei POCHI siti che ancora funzionano con IE5 dentro Windows 3.1".

Web Interoperability Pleadge Support This Project
Powered By Gort