Commenti & Opinioni


Home Page | Commenti | Articoli | Faq | Documenti | Ricerca | Archivio | Storie dalla Sala Macchine | Contribuire | Login/Register

Quando resti a bocca aperta...

Premetto che non sono un fanatico della prova selvaggia, ne' un fautore della reinstallazione ad oltranza e "oh guarda c'e' la nuova versione di [qualsiasicosa], corriamo ad installarla" non e' la mia filosofia, tutto al contrario attualmente.

Sono perfettamente convinto che, se la nuova versione non corregge un qualche bug in cui si casca categoricamente, non si ha assoluto bisogno delle nuove funzioni (se ci sono nuove funzioni) o la versione precedente e' una tale chiavica che aggiornare pare una buona idea, bisognerebbe restare con cio' che si ha finche e' possibile. Ma qualche volta...

Cosi', quando il 23 dicembre mi sono trovato nella cassetta della posta il pacchetto con Slackware 9.1, ho deciso che era il caso di fare uno strappo alla regola.

Ed il mio laptop e' stata la cavia per la prova in questione.

Il laptop e' anche abbastanza nuovo, si tratta di un Acer Aspire 1300, Athlon con 256 Mb di ram. Slackware 7 girava gia' decentemente bene, ma non mi ero mai messo a configurare correttamente la scheda audio o altre cose simili, e l'unica cosa che mi aveva preso un po' di tempo era stata la scheda di rete wireless (Sitecom). Cosi' la mattina di natale mi sono messo in poltrona, ed ho cominciato con l'installazione.

La prima cosa che ho notato e' che questa Slack arriva con ben due CD di installazione (!), un deciso strappo rispetto al passato.

Ok, inserisco il CD 1, riformatto le mie partizioni (tanto non ho nulla che non sia backuppato) e parto con l'installazione standard. Un'altro strappo che faccio alle mie solite regole e' di scegliere KDE come WM al posto del solito twfm. Ma sono in vena di sperimentazioni quindi...

L'installazione si conclude in circa 30 minuti, riavvio e...

Non solo ha beccato al primo colpo la mia scheda video, non solo ha beccato la scheda audio, l'ACPI funziona senza problemi e praticamente tutto del laptop e' stato riconosciuto!

Per la prima volta, senza dover fare assolutamente niente ho un laptop che funziona al 100%!

E KDE 3.x sembra un po' meno rompiballe di come lo ricordavo. Per una volta riesco a configurarlo come mi pare senza dover bestemmiare troppo per cercare le opzioni che mi servono nei meandri dei suoi menu' Windows-Style. Non c'e' che dire. Un Windowsiano qui si troverebbe a casa sua...

Io conoscevo Slack come la piu' "lean and mean"... ma adesso pare che sia piu' (l)user-friendly di RedHat!... non c'e' piu' religione!

Davide Bianchi
22/03/2008 00:00

 

I commenti sono aggiunti quando e soprattutto se ho il tempo di guardarli e dopo aver eliminato le cagate, spam, tentativi di phishing et similia. Quindi non trattenete il respiro.

Nessun messaggio this document does not accept new posts

Precedente Successivo


Il presente sito e' frutto del sudore della mia fronte (e delle mie dita), se siete interessati a ripubblicare uno degli articoli, documenti o qualunque altra cosa presente in questo sito per cortesia datemene comunicazione (o all'autore dell'articolo se non sono io), cosi' il giorno che faccio delle aggiunte potro' avvisarvi e magari mandarvi il testo aggiornato.


Questo sito era composto con VIM, ora e' composto con VIM ed il famosissimo CMS FdT.

Questo sito non e' ottimizzato per la visione con nessun browser particolare, ne' richiede l'uso di font particolari o risoluzioni speciali. Siete liberi di vederlo come vi pare e piace, o come disse qualcuno: "Finalmente uno dei POCHI siti che ancora funzionano con IE5 dentro Windows 3.1".

Web Interoperability Pleadge Support This Project
Powered By Gort