Commenti & Opinioni


Home Page | Commenti | Articoli | Faq | Documenti | Ricerca | Archivio | Storie dalla Sala Macchine | Contribuire | Login/Register

Il Cliente-Re

Leggo stamani sul giornale un articolo intitolato "il cliente dovrebbe essere il Re", ovviamente riporta opinioni dei suddetti clienti che si sentono trattati non proprio regalmente.

Ebbene si', nella mia esperienza, i clienti spesso si comportano come dei Re: irritabili, ignoranti, arroganti, vendicativi e pretenziosi. Esattamente come dei Re pretendono di ricevere senza pagare e quando proprio devono farlo preferiscono di gran lunga usare i soldi degli altri. Quello che in genere non fanno e' pagare prezzi da Re. In questo sono molto proletari.

Forse dovremmo smetterla di ripetere a pappagallo questa stronzata del re-cliente e cominciare a trattare i clienti come se lo meritano in funzione di come si comportano. E magari dovremmo anche cominciare a trattare i re (quelli veri) nello stesso modo.
 

Davide Bianchi
05/03/2013 08:03

 

I commenti sono aggiunti quando e soprattutto se ho il tempo di guardarli e dopo aver eliminato le cagate, spam, tentativi di phishing et similia. Quindi non trattenete il respiro.

9 messaggi this document does not accept new posts
Guido Di Guido - postato il 05/03/2013 12:52

Il problema secondo me è da tutte due le parti, nel senso ci sono ditte che trattano BENE chi se lo merita e chi non se lo merita (e forse è qui l'errore), ma ci sono anche ditte che trattano male chi se lo merita e chi non. Poi sicuramente una ditta che tratta male i clienti a rigor di logica dovrebbe chiudere (anche se poi la pratica smentisce la teoria, vedi anche i token delle tue storie del 2008). Comunque in generale sono d'accordo con te: trattare la gente come ti tratta. Peccato che gli idioti siano troppo idioti per rendersi conto che il fatto che li tratti male non è perché sei maleducato te ma ti stai semplicemente comportando come loro... Un saluto da un collega (sistemista, motociclista e javista ;\) )

--
He who controls the past commands the future. He who commands the future, conquers the past. - Kane


A onymous coward Di A onymous coward - postato il 05/03/2013 14:10

Mah... credo che la questione, per quanto banale, sia molto complicata e non si possa riassumere in poche righe. Alla fine siamo tutti clienti di qualcun'altro, e senza clienti la pagnotta non te la porti a casa... poi è anche vero che certi clienti è meglio perderli che trovarli ma di fatto, se non hai clienti, sei per strada.

--
A onymous coward


Anonymous coward Di Anonymous coward - postato il 05/03/2013 19:47

BigD, arrivi tardi. i clienti sono GIA' trattati a "cazzinculo". Il problema e' solo tuo, che lavori per delle societa' "scartine". Basta che ti fai assumerie da Microsoft, apple, Facebook etc e potrai liberamente cacare in test ai clienti che, in molti casi, ti ringrazieranno pure.

--
Anonymous coward


Anonymous coward@ Anonymous coward Di Anonymous coward - postato il 06/03/2013 21:09

 

BigD, arrivi tardi. i clienti sono GIA' trattati a "cazzinculo". Il problema e' solo tuo, che lavori per delle societa' "scartine". Basta che ti fai assumerie da Microsoft, apple, Facebook etc e potrai liberamente cacare in test ai clienti che, in molti casi, ti ringrazieranno pure.

 

Mica tanto, prova ad esempio a trattare male una barista (che non conosci ;-\) ) e poi vediamo se lei ti risponde come meriti oppure se annuisce e continua ad essere gentile (hint: il problema sollevato da BigD e` piu` grosso e vasto di quello che sembra)

Enrico

--
Anonymous coward


WM Di WM - postato il 05/03/2013 22:07

bentornato!

WM

--
WM


Mattia Di Mattia - postato il 05/03/2013 23:24

Come hai ragione...

E ci aggiungo del mio: sopratutto nel non voler pagare i prezzi da Re, pretendendo un trattamento da Re, pretendendo un prodotto da Re.

Ma al di la' di tutto se tu ti rivolgi a me perche' vuoi un prodotto da Re, se ti fornisco un prodotto da Re allora anche io sono un Re nel mio campo e voglio vedere riconosciute le mie capacita'.

Anche nel prezzo.

Come al solito sono appunto i clienti che dicono queste cose.

--
Mattia


Guido@ Mattia Di Guido - postato il 06/03/2013 12:21

Il problema non è quello che pretende qualità e competenza e sa di doverle pagare. il problema è quello che pretende il possibile, l'impossibile e vuole pagare niente o quasi. Finchè riconosci che le competenze si pagano e sei disposto a sborsare per quello che valgo è giusto che tu pretenda ed ottenga qualità e professionalità, il problema è la corsa al ribasso...

 

<i>

Come hai ragione...

E ci aggiungo del mio: sopratutto nel non voler pagare i prezzi da Re, pretendendo un trattamento da Re, pretendendo un prodotto da Re.

Ma al di la' di tutto se tu ti rivolgi a me perche' vuoi un prodotto da Re, se ti fornisco un prodotto da Re allora anche io sono un Re nel mio campo e voglio vedere riconosciute le mie capacita'.

Anche nel prezzo.

Come al solito sono appunto i clienti che dicono queste cose.

 

</i>

--
He who controls the past commands the future. He who commands the future, conquers the past. - Kane


Robespierre Di Robespierre - postato il 09/03/2013 11:17

Totally agree nel trattare certi clienti come il Re.

ALLA BASTIGLIA!!!

--
Robespierre


Alberto Di Alberto - postato il 11/03/2013 11:17

Io concordo per il trattamento regale dei clienti. Nello specifico da re francese ed ancora più specificatamente da Luigi XVI

--
Alberto


9 messaggi this document does not accept new posts

Precedente Successivo


Il presente sito e' frutto del sudore della mia fronte (e delle mie dita), se siete interessati a ripubblicare uno degli articoli, documenti o qualunque altra cosa presente in questo sito per cortesia datemene comunicazione (o all'autore dell'articolo se non sono io), cosi' il giorno che faccio delle aggiunte potro' avvisarvi e magari mandarvi il testo aggiornato.


Questo sito era composto con VIM, ora e' composto con VIM ed il famosissimo CMS FdT.

Questo sito non e' ottimizzato per la visione con nessun browser particolare, ne' richiede l'uso di font particolari o risoluzioni speciali. Siete liberi di vederlo come vi pare e piace, o come disse qualcuno: "Finalmente uno dei POCHI siti che ancora funzionano con IE5 dentro Windows 3.1".

Web Interoperability Pleadge Support This Project
Powered By Gort