Commenti & Opinioni


Home Page | Commenti | Articoli | Faq | Documenti | Ricerca | Archivio | Storie dalla Sala Macchine | Contribuire | Login/Register

Prendila o Lasciala

Questo fine settimana sono capitato su un "documentario" sul web: Italy: Love It or Leave It (nota: il link potrebbe non essere piu' funzionante).

La storia e' abbastanza banale: ricevuto lo sfratto i due "protagonisti" stanno meditando di lasciare il 'bel' paese per la volta della Germania ma decidono di fare un viaggio in Italia per vedere se vale la pena di restare (?) e dopo un'ora ed un quarto di peregrinazioni decidono di restare (eccolo li', vi ho gia' rovinato il finale).

Il cosidetto 'documentario' mi ha lasciato un pelo perplito (ed e' dire poco). Allora, per prima cosa che cosa volevano 'documentare' i due marcantoni? A parte la loro relazione omosessuale della quale non frega niente a nessuno?

Un buon 60% del 'documentario' (sempre tra virgolette) puo' essere riassuto con: BERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLUSCONIBERLU... Ok avete capito.

Come se fosse l'unico governo mai esistito in Italia (tutti quelli che lo hanno preceduto sono, ovviamente, innocenti di tutti i problemi che sin sono verificati).

Il restante 40 per cento vomita cifre e statistiche che lasciano il tempo che trovano: la Campania e' in 'emergenza' rifiuti da 15 anni... si' lo sapevamo da 15 anni, e' un motivo sufficiente per andarsene dalla campania forse, ma dall'Italia in generale? Lo 'stato' non sostiene la ricerca, lo sapevamo da almeno 20 anni. L'industria e la manifattura sono in crisi, le aziende spostano la produzione all'estero! Quajo', dove ca$$o eri negli anni 80 e 90 quando tutte le aziende del mondo hanno deciso che per mantenere le loro vendite bisognava ridurre i costi all'osso ed il modo migliore per farlo e' spostare la manifattura dove costa di meno? Prima e' stata Polonia, Cecoslovacchia e Romania, poi Brasile e Messico oggi e' la Cina. Nel meridione vengono sperperati soldi pubblici per costruire palazzi inutili! Hmmm... E' cosi' dal 1960 quando andava bene a tutti (politicanti e comuni cittadini). L'Italia ha il piu' basso numero di laureati maschi nel mondo. Trova un idraulico che ti aggiusta la doccia al sabato mattina ca$$o! Sono tutti ingegnieri, professori, architetti, designer! La televisione italiana fa' schifo! Quella estera l'hai vista? La televisione italiana e' piena di tette e culi! Ripeto, quella estera l'hai vista?

Particolarmente 'curiosa' mi e' sembrata l'intervista all'inizio (l'unica che potrebbe essere in effetti chiamata una intervista in tutto il 'documentario') ad una operaia della Fiat, la quale dichiara "io ho uno stipendio di 1000 euro al mese ed un mutuo che mi costa 600 euro al mese"... Hemmm... 'Spetta un momento neh... come ca$$o hai fatto con uno stipidendio da 1000 euro ad ottenere un mutuo che ne costa 600? Non ti e' sembrato un pelo eccessivo quando lo hai fatto?

La recitazione e' semplicemente oscena. Ma quello che mi lascia perplesso e' il fine ultimo del 'documentario' (sempre tra virgolette). Che senso ha? Dopo aver speso un'ora che cosa avete concluso? Loro hanno concluso molto: sono in giro per il mondo a farsi pubblicita'.

Davide Bianchi
21/05/2012 13:53

 

I commenti sono aggiunti quando e soprattutto se ho il tempo di guardarli e dopo aver eliminato le cagate, spam, tentativi di phishing et similia. Quindi non trattenete il respiro.

Nessun messaggio this document does not accept new posts

Precedente Successivo


Il presente sito e' frutto del sudore della mia fronte (e delle mie dita), se siete interessati a ripubblicare uno degli articoli, documenti o qualunque altra cosa presente in questo sito per cortesia datemene comunicazione (o all'autore dell'articolo se non sono io), cosi' il giorno che faccio delle aggiunte potro' avvisarvi e magari mandarvi il testo aggiornato.


Questo sito era composto con VIM, ora e' composto con VIM ed il famosissimo CMS FdT.

Questo sito non e' ottimizzato per la visione con nessun browser particolare, ne' richiede l'uso di font particolari o risoluzioni speciali. Siete liberi di vederlo come vi pare e piace, o come disse qualcuno: "Finalmente uno dei POCHI siti che ancora funzionano con IE5 dentro Windows 3.1".

Web Interoperability Pleadge Support This Project
Powered By Gort